in CD

Com’è fatta ‘The Rockafeller Skank’

Uno dei primissimi cd che comprai è stato ‘You’ve come a long way, baby’.
Era il ’98, avevo 15 anni e 100 mila lire che mi regalò mia nonna per il mio compleanno. La prima cosa che feci fu andare da Best Record e comprare due cd. Non mi ricordo come li scelsi, forse fidandomi di Gaetano, titolare del negozio, o forse a senso. Fatto sta che comprai ‘Up’ dei R.E.M. e il secondo album di Fatboy Slim, appena uscito. Mi rimasero in tasca una ventina di migliaia di lire.
‘Up’ l’ho apprezzato con il tempo e diventando più adulto, ‘YCALWB’ mi prese subito, come d’altra parte tutta la musica di Norman Cook, il suo big beat, il mixare e ricampionare parti di altri pezzi per rimetterli insieme nei propri.

Il singolo più famoso di ‘YCALWB’ è ‘The Rockafeller skank’, pezzo che chi ha giocato a Fifa ’99 ricorderà perché è quello che accompagna tutto il gioco come colonna sonora e che ripropone parti di altri quattro pezzi ripresi da Fatboy Slim e ricampionati insieme.
Il campione introduttivo è il monologo iniziale di ‘Vynil dogs vibe’, primo pezzo inciso nel vinile ‘Tracks of vynil dogs’ da Lord Finesse, rapper newyorkese che negli anni ’90 ha inciso tre album. ‘Vynil dogs vibe’ è una base rap tipicamente in stile con gli anni in cui è stata incisa: ciondolante, ipnotica, ripetitiva.

La melodia principale è stata presa invece da ‘Sliced tomatoes’, un pezzo dei Just Brothers, cioè i fratelli Jimmy e Frank Bryant, che pare andassero forte nei cosiddetti dancefloor durante gli anni ’70.

Il riff di chitarra è stato invece preso da un pezzo composto da John Barry che si chiama ‘Beat girl’ e che appartiene all’omonimo film del ’60 il cui regista, Edmond T. Gréville, immaginò la storia di una ragazza che fa di tutto per screditare la nuova moglie del padre.

Infine il rullo di tamburi, che appartiene a ‘I fought the law’, pezzo rifatto dai The Bobby Fuller Four e che compare nell’omonimo disco del ’66, l’ultimo della band prima della morte del cantante – Bobby Fuller, appunto – che fu ritrovato senza vita per asfissia nella macchina della madre a soli 23 anni, ma secondo Wikipedia molte cose non furono chiare riguardo al ritrovamento del cadavere.

Sul canale Youtube della Bose c’è anche un piccolo documentario di cinque minuti che racconta la nascita di ‘The Rockafeller Skank’, con lo stesso Norman Cook a raccontarne la genesi, quasi casuale, dato che durante un dj set si ritrovò a mixare Lord Finesse con i Just Brothers e vide che la cosa cominciava a piacere al pubblico. Allora, visto che lui è solito catalogare i pezzi con gli stessi BPM, cominciò a cercare altre cose da campionare e sincronizzare con i primi due. Da lì è nato uno dei suoi pezzi più famosi.

Scrivi un commento

Commenta

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.